Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Parliamo spesso di mercati finanziari, tipologie d’investimento, storie dei mercati e altri argomenti. Ma quali sono le autorità che controllano i mercati mobiliari?

Il MEF (Ministero dell’economia e delle finanze), la Banca d’Italia, la Consob, la Covip (Commissione di vigilanza sui fondi pensione) e l’Isvap (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo).

Spieghiamo cosa sono e come funzionano.

Il MEF svolge le funzioni di indirizzo e di regia della politica economica e finanziaria complessiva dello Stato. In particolare, si occupa della programmazione della politica di bilancio e della progettazione e realizzazione degli interventi in materia di entrate e di spese dello Stato. Inoltre, gestisce il debito pubblico e le partecipazioni azionarie dello Stato.

Svolge le funzioni di competenza dello Stato nelle seguenti aree:

  1. Programmazione economica e finanziaria
  2. Politica economica e finanziaria
  3. Politiche, processi e adempimenti di bilancio
  4. Politiche fiscali
  5. Amministrazione generale, servizi indivisibili e personale

La Banca d’Italia è la banca centrale della Repubblica italiana; è un istituto di diritto pubblico, regolato da norme nazionali ed europee. È parte integrante dell’Eurosistema, composto dalle banche centrali nazionali dell’area dell’euro e dalla Banca centrale europea.

Persegue finalità d’interesse generale nel settore monetario e finanziario: il mantenimento della stabilità dei prezzi, la stabilità e l’efficienza del sistema finanziario, incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito.

Le principali funzioni della Banca d’Italia sono dirette ad assicurare la stabilità monetaria e la stabilità finanziaria, requisiti indispensabili per un duraturo sviluppo dell’economia.

Gestisce le riserve valutarie proprie; gestisce, inoltre, una quota-parte di quelle della BCE per conto di quest’ultima.

È responsabile della produzione delle banconote in euro, in base alla quota definita nell’ambito dell’Eurosistema, della gestione della circolazione e dell’azione di contrasto alla contraffazione.

La Consob è l’organo di controllo del mercato finanziario italiano.

Verifica la trasparenza e la correttezza dei comportamenti degli operatori per la salvaguardia della fiducia e la competitività del sistema finanziario, la tutela degli investitori, l’osservanza delle norme in materia finanziaria.

Vigila per prevenire e, se occorre, sanziona eventuali comportamenti scorretti; esercita i poteri attribuiti dalla legge affinché siano messe a disposizione dei risparmiatori le informazioni necessarie per poter effettuare scelte di investimento consapevoli.

Opera per garantire la massima efficienza delle contrattazioni, assicurando la qualità dei prezzi nonché l’efficienza e la certezza delle modalità di esecuzione dei contratti conclusi sui mercati regolamentati.

La Commissione di vigilanza sui fondi pensione (COVIP) è un’autorità che ha il compito di garantire ed assicurare la trasparenza e la correttezza nella gestione e nell’amministrazione di tutto quello che riguarda le forme pensionistiche complementari.

Nel dettaglio:

  • autorizzare i fondi pensione ad esercitare la propria attività e approva i loro statuti e regolamenti;
  • provvedere alla tenuta dell’albo dei fondi pensione autorizzati ad esercitare l’attività di previdenza complementare;
  • vigilare sulla corretta gestione tecnica, finanziaria, patrimoniale e contabile dei fondi pensione e sull’adeguatezza del loro assetto organizzativo;
  • assicurare il rispetto dei principi di trasparenza nei rapporti tra i fondi pensione ed i propri aderenti;
  • curare la raccolta e la diffusione delle informazioni utili alla conoscenza dei problemi previdenziali e del settore della previdenza complementare;
  • formulare proposte di modifica legislativa in materia di previdenza complementare;

L’ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) è l’ente che esercita le funzioni di vigilanza nei confronti delle imprese di assicurazione e riassicurazione nonché di tutti gli altri soggetti sottoposti alla disciplina sulle assicurazioni private, compresi gli agenti e i mediatori di assicurazione.

I suoi compiti sono:

  • vigilare sulle imprese nazionali e estere che esercitano attività di assicurazione e riassicurazione;
  • rilasciare autorizzazioni alle imprese per l’esercizio dell’attività assicurativa;
  • emanare i provvedimenti ritenuti utili o necessari a tutela delle imprese e degli utenti;
  • svolgere attività di segnalazione e proposta nei confronti del Parlamento e del Governo nell’ambito delle proprie competenze;
  • compiere ispezioni e indagini di altra natura presso le imprese e gli intermediari assicurativi;
  • stabilire regole finalizzate a garantire la correttezza dei comportamenti degli operatori e il rispetto delle norme;
  • adottare sanzioni e misure repressive o ne propone l’adozione al Ministro delle Attività produttive;
  • esaminare i reclami presentati dagli utenti e dai consumatori nei confronti delle imprese vigilate;
  • elaborare studi e ricerche sul mercato assicurativo nazionale e internazionale;

Ritengo sia utile sapere chi sono gli organi e le autorità di controllo di tutto quello che riguarda il mondo degli investimenti.

Per chi vuole acquistare il libro, il cui ricavato andrà totalmente a favore dell’associazione Dravet Italia:
https://www.amazon.it/finanza-amichevole-Semplificare-concetto-renderlo/dp/B08DSSZHS9/

Potete iscrivervi anche al mio canale Telegramhttps://t.me/FinanzaAmichevole

Come si può mettere insieme un piccolo patrimonio giocando in borsa? Semplice: partendo da un patrimonio grande.
Un anonimo

Leave a comment